November 26, 2015

NBL - 26: A letter to someone

Oh God. I’m so good and bad with letters. I wrote dozens but the majority of them never reached destination. Ever happened to you?
Writing letters is for me the highest form of love. It may be vintage but it’s so nice receiving letters because the good feeling you have when reading them can be saved in a drawer and took it back when needed. Today I have to write a letter to someone and I thought I’d write one to the person I’d never wrote before: myself.

Dear Claudia,
we’ve been known each other for ages but I’m not really sure I truly know you. Sometimes I don’t understand you but I appreciate your willingness to fix situations and admit wrong.
You’re complicated, my dear. Sometimes (a lot of times) you’re your own problem and your own limit. You should be braver because the comfort zone may not always be the best zone. Time flies and no, I don’t believe there’s a time limit to do things but the sooner you’ll do them, the better it’ll be.
Time cannot be frozen and things, people, places change anyway so don’t be scared to be the cause of change. You cannot stop life.
Stop leaving things unsaid or incomplete. It’s not sure you’ll have time to complete them tomorrow.
Never take people for granted. Same for accomplishment. They just come with hard work and commitment.
Life is about challenges. Good life has to be earned. And remember “God only helps those who learnt to help themselves”.
Love,
Claudia


Sono brava e pessima con le lettere. Ne ho scritte a dozzine ma la maggior parte non hanno mai visto il destinatario. Vi è mai capitato?
Scrivere lettere è per le il più alto gesto d’amore. Può sembrare vintage ma è bellissimo ricevere lettere perchè quella bella sensazione che vi regalano la potete conservare in un cassetto e riprenderla quando necessario. Oggi devo scrivere una lettera a qualcuno e ho pensato di scriverla ad una persona a cui non ho mai scritto prima: me stessa.

Cara Claudia,ci conosciamo da sempre ma non sono molto convinta di conoscerti veramente. Qualche volta non ti capisco ma apprezzo la tua volontà di aggiustare le situazioni e riconoscere la colpa.Sei complicata, mia cara. A volte (molte volte) sei tu il tuo stesso problema e il tuo stesso limite. Dovresti essere più coraggiosa perché la comfort zone non è sempre la zona migliore. Il tempo passa e no, non credo ci sia un limite temporale per fare le cose ma prima le fai, più le apprezzerai.Il tempo non può essere congelato e le cose, le persone e i posti cambiano comunque quindi non aver paura di essere la causa del cambiamento. La vita non può essere fermata.Smetti di lasciare le cose non dette o incomplete. Non è creo che avrai tempo domani per completarle.Non dare le persone per scontato. Lo stesso vale per i traguardi. Arrivano solo con il lavoro e l’impegno.La vita è fatta di sfide. La bella vita deve essere guadagnata. E ricorda “Dio aiuta solo quelli che hanno imparato ad aiutarsi da soli”.Con affetto,Claudia


Image and video hosting by TinyPic

2 comments:

  1. Ciao Claudia!sono daccordo con te,una lettera scritta di proprio pugno é davvero il gesto d'amore e affetto più profondo. Scrivere é in effetti meraviglioso,io ho perso quest'abitudine e sovente penso ai tempi della scuola in cui un pò per esigenza un pò per vocazione mi ritrovavo spesso con la penna in mano,non nascondo di averne nostalgia.La tua lettera mi ha fatto riflettere,mi rivedo in molti punti..grazie per aver condiviso questi pensieri!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Oh grazie! Meglio di ricevere una lettera è sapere di poter destinarla a più di un'unica persona. Io scrivo diari personali da quando ho 8 anni. E' terapeutico..e mi permette di comprare ancora cartoleria...che adoro! Non è mai troppo tardi per tornare a carta e penna!

      Delete

Thanks!
xoxo

Skimlinks Test